Molestie e violenze sul luogo di lavoro: ratificata la Convenzione OIL n. 190 del 2019

Molestie e violenze sul luogo di lavoro: ratificata la Convenzione OIL n. 190 del 2019. Sono milioni le persone nel mondo, in particolare le donne, che subiscono violenza e molestie sul posto di lavoro. Queste minacciano le pari opportunità nel mondo lavorativo influenzando le relazioni, la salute, la produttività, la qualità dei servizi e la reputazione delle aziende.

Si tratta di un fenomeno diffuso che in Italia colpisce circa 1,4 milioni di donne durante la loro vita lavorativa. In base all’indagine condotta dall’ISTAT sulla sicurezza dei cittadini, l’81% delle vittime intervistate non ha parlato con nessuno delle molestie subite sul posto di lavoro e meno dell’1% ha provveduto a denunciare l’accaduto alle forze dell’ordine[1].

La gravità di siffatta situazione ha imposto una riflessione politica a livello mondiale. Le istanze avanzate dai rappresentanti di governi, dalle organizzazioni datoriali e dai sindacati hanno trovato un contemperamento nella Convenzione n. 190 del 21 giugno 2019 e nella Raccomandazione n. 206 dell’OIL in ordine all’eliminazione della violenza e delle molestie nel mondo del lavoro.

Il confronto tra gli Stati membri è stato orientato dalla necessità di un cambiamento che includesse il diritto di tutti gli individui ad un mondo del lavoro libero dalle violenze e dalle molestie ivi comprese quelle di genere. All’art. 1 della suddetta Convenzione, le violenze e le molestie sono definite come “un insieme di pratiche e di comportamenti inaccettabili, o la minaccia di porli in essere, sia in un’unica occasione, sia ripetutamente, che si prefiggano, causino o possano comportare un danno fisico, psicologico, sessuale o economico, e include la violenza e le molestie di genere”.

Il provvedimento chiarisce il suo ambito di applicazione e detta le regole per la prevenzione e tutela dei lavoratori dipendenti – in ordine alle prestazioni fornite in occasione di lavoro, in connessione con il lavoro o che scaturiscano dal lavoro – cui si affiancheranno attività di orientamento e formazione; applicabile a tutti i settori, sia privati che pubblici, nell’economia formale e informale, in aree urbane o rurali[2].

Molestie e violenze sul luogo di lavoro

A seguito della ratifica avvenuta per opera della L. n. 4 del 2021, l’Italia in qualità di paese firmatario dovrà proporre misure legislative orientate alla stigmatizzazione di queste forme di violenza e alla promozione di strumenti, misure di orientamento, attività educative e formative improntate alla sensibilizzazione degli operatori economici al tema.

Marsida Brahja

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

EnglishItalian