Cristina Fogazzi

“Non scendete a patti con le cose che non vi rispecchiano e credete nelle persone, perché se qualcuno vi delude…ci sarà qualcun’altro pronto a stupirvi.”

Cristina Fogazzi, meglio conosciuta come l’Estetista Cinica, con un sorriso a trentadue denti ed un caschetto nero sempre perfetto, è sicuramente una delle influencer di Instagram più apprezzabili. La “Cinica”, nonostante sia un’estetista, ha deciso di non lucrare sulle insicurezze delle donne, spesso insoddisfatte di loro stesse a causa dei canoni estetistici imposti dal mondo reale. Si può dire, invece, che Cristina faccia esattamente l’opposto: attraverso i Post e le sue Stories invia messaggi di accettazione di sé, coerenti con il suo motto “Fate pace con il vostro corpo”.

Dopo essere stata licenziata, l’Estetista Cinica ha iniziato a farsi conoscere attraverso il suo blog, oggi seguitissimo. In poco tempo il social si è trasformato in una start up con un fatturato di 6,8 milioni di euro, a cui si è poi aggiunto un marchio di prodotti (Veralab). Vi è inoltre un centro estetico (BellaVera), associato ad uno studio medico, il quale ha aumentato il giro di affari del 300% in pochissimo tempo. Cristina è un’imprenditrice di successo che ha costruito da sola un impero.

Sia il blog che i prodotti si diversificano da altri marchi presenti attualmente sul mercato: i prodotti non sono venduti come “miracolosi”, ma semplicemente validi se associati ad uno stile di vita sano. Nelle sue Stories, spesso spiega come i prodotti debbano essere utilizzati e risponde anche, con estrema disponibilità, a tutte le richieste di chiarimento e ai dubbi delle sue followers. Sarà per questo che i prodotti sono quasi sempre sold-out?  Inoltre, Cristina, andando contro il suo interesse, non nasconde come i trattamenti che mostra sui social possano essere anche svolti con semplici ingredienti casalinghi.

. La sua competenza e conoscenza sul benessere e la salute del corpo sono sicuramente elevate, anche a seguito della stesura a quattro mani con il dottor Enrico Motta del libro “Guida cinica alla cellulite” (Mondatori, 2016) in cui istruisce le sue clienti sul tema e sfata falsi miti.

Ultimamente, i successi di Cristina sono stati vari e molteplici. La Cinica ha istituito il “Pink Friday”, giornata durante la quale ha venduto 16000 prodotti, fatturando oltre un milione di euro. A Gennaio 2019, Veralab ha prodotto un milione di prodotti, motivo per cui l’azienda di produzione è in espansione.

Successivamente, ha installato un corner pop up di suoi prodotti in Rinascente a Milano, successivamente diventato permanente per l’enorme successo ottenuto. E anche in questo, Cristina ha scelto di differenziarsi: il “team cinico”, che lavora presso il corner, è stato da lei scelto ed istruito: se il prodotto richiesto non è realmente necessario a colei che lo vuole acquistare, le commesse lo sconsigliano.

Cristina, in questi ultimi mesi, ha anche girato l’Italia con il suo “Circo Cinico”. Desiderosa di conoscere chi la sostiene tutti i giorni e compra i suoi prodotti ha organizzato questo tour con il team cinico nella principali città d’Italia, durante il quale si potevano acquistare i prodotti Veralab e ottenere delle consulenze.

Cristina è una donna di grande ispirazione. Dopo il licenziamento, si è sentita dire che non ce l’avrebbe fatta ma ha continuato per la sua strada, abbattendo diversi muri. E adesso, nonostante sia un’imprenditrice di successo, ha mantenuto la coerenza, l’etica e l’ironia che la caratterizzano. È incoraggiante sentirla parlare, ed il suo intervento al 9Muse a Milano, evento ideato e organizzato da Veronica Benini, la Spora, è sicuramente stato d’ispirazione per tutte coloro che l’hanno ascoltata. Cristina ha parlato delle sue debolezze, delle sue paure, delle difficoltà che ha incontrato da ragazzina e poi da donna, ma sempre con il sorriso sul volto, motivando le persone a inseguire i propri sogni.

Elisa Barbera