“Colazione a Wall Street”: Caffè e Fintech a Milano

colazione a Wall Street

“Colazione a Wall Street”: Caffè e Fintech a Milano

Venerdì 11 Ottobre presso SynergyCo, a Milano, si è svolto il primo evento ufficiale di Colazione a Wall Street di cui l’associazione WiBF è partner. L’evento dal nome “Business Breakfast: investimenti, networking e fintech” ha visto coinvolti esponenti di diverse tipologie di imprese, associazioni studentesche e community e appassionati del mondo finanziario ed imprenditoriale.

Ad introdurre la giornata è stato Francesco Casarella, ideatore della community Colazione a Wall Street, ha precisato che la mission della community, nata ben due anni fa, è quella di provare a fare del mondo finanziario un posto migliore che abbia il cliente al centro. “La mission di Colazione a Wall Street”, ha continuato Francesco, “viene seguita mettendo in atto cinque punti fondamentali: filtrare le notizie finanziarie al fine di renderle semplici e comprensibili per qualsiasi persona; suggerire strategie poste in atto e testate; fornire una formazione che renda un investitore consapevole di ciò che vuole e del mondo finanziario; creare delle collaborazioni che permettano di realizzare quanto espresso nei punti precedenti; fare diversi eventi per comunicare in maniera diretta con gli investitori o i futuri investitori”.

Francesco Casarella e Valentino Magliaro

Il secondo ospite è stato Valentino Magliaro, inserito nella top 100 degli under 30 da Forbes Italia per la categoria “Imprenditori Sociali”, che ha fondato Humans to Humans, società di Corporate Activism la quale fornisce alle imprese dei modelli di business che mettano al centro la sostenibilità della persona e della Terra, ponendo quindi l’attenzione sul fatto che un’azienda sia composta in primis da una comunità di persone.

A chiudere la prima parte della giornata è stato Antonello Sanna, amministratore delegato di SCM SIM SpA. Sanna ha parlato di come il mercato finanziario odierno si stia sempre più frammentando con l’avvento del fintech e dei servizi da esso fornito. Il messaggio di Sanna è che, nonostante la presenza delle nuove tecnologie e la digitalizzazione, è molto importante il mix che si crea tra ciò che può fare l’uomo e ciò che può fare la tecnologia. Da un lato la macchina, molto più veloce e precisa nelle valutazioni, dall’altro fondamentale la mano dell’uomo che cattura quei cambiamenti di mercato dovuti a fattori psicologici.

Neworking a Colazione

Dopo questa prima parte di interventi molto formativi, c’è stato un momento di networking sullo sfondo della colazione vera e propria, momento in cui è stato possibile conoscere e confrontarsi con esponenti delle società presenti, ospiti e partecipanti all’evento.

Ad aprire la seconda parte della giornata, dedicata alle due tavole rotonde è stato Giovanni Borsi, uno dei top trader in Italia, fondatore di GB Investing, società specializzata nella formazione finanziaria e in particolare in opzioni, aumenti di capitale e certificati di investimento. Il motto di Borsi è “imparare guadagnando”, ponendo l’enfasi sul fatto che si impara tramite la pratica ed affermando che “il professionista non nasce vincendo concorsi, bensì imparando a conoscere il mercato tramite communities”. Ciò che vuole è ribaltare il rapporto banca-cliente. Come? Creando una community che possa far diventare più consapevole il cliente.

Parlando di communities, si passa alla prima tavola rotonda, dal titolo “La finanza vista dai giovani”, moderata da Davide Marciano, fondatore e CEO di Affarimiei.biz. Alla tavola rotonda hanno partecipato Eleonora Mastrippolito, Fondatrice e Presidente di WiBF, Luca Carlomagno, Co-fondatore di VGen, Marco Scioli, Co-fondatore di Starting Finance, e l’Event Manager di Invenicement Paride Rossi.

Ciascuno degli esponenti ha fatto luce sulla mission e i progetti della propria associazione, facendo enfasi sull’importanza della community per i millenials appassionati di finanza in relazione al mercato del lavoro, all’educazione finanziaria e allo sharing di informazioni preziose. E’ stato, inoltre, chiesto ai giovani quale sia il mezzo di comunicazione migliore da utilizzare, considerato il mondo quasi totalmente digital in cui viviamo e la risposta è stata abbastanza univoca: nonostante la loro sia una generazione che vive sui social media, il contatto umano è fondamentale per poter creare impatto in determinati contesti.

Da sinistra. Paride Rossi, Marco Scioli, Eleonora Mastrippolito, Luca Carlomagno e Davide Marciano

La seconda tavola rotonda dal titolo “Il FinTech in Italia” ha visto coinvolti esponenti di sei imprese fintech operanti in Italia e non solo. Le imprese sono N26, Mode Finance, Trading New, Oval, Crowd Fund Me e Re-Lender. Sono aziende molto diverse tra di loro, ma tutte specializzate del settore del fintech. La semplificazione di processi  è la chiave di tutto ed è ciò che accomuna le società presenti alla tavola. Senza l’aiuto dell’high tech applicato al mondo della finanza gli stessi processi risulterebbero molto complessi e dispendiosi.

Il Team di Colazione a Wall Street

L’evento è stato un importante momento di sharing di conoscenze ed esperienze per tutti i partecipanti. Ognuno ha avuto modo confrontarsi con professionisti di investimenti e Fintech, come ad esempio Filippo Angeloni, youtuber e CEO di FilippoAngeloni.com, che tiene video-lezioni su Youtube sulle Cripto Currency. Insomma, un’occasione per scoprire un nuovo business e nuovi players, aggiornarsi su temi d’attualità finanziaria e fare network.

Laura Scicolone